Spedizione GRATUITA per ordini superiori ai 100€
Pubblicato da LivingeShop il 
25 Maggio 2021

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

Come organizzare un battesimo perfetto? Il battesimo è un evento così importante per la famiglia che merita la nostra cura e attenzione. Infatti, non solo è un sacramento religioso importantissimo, ma è, anche, l’occasione per presentare il tuo bambino o la tua bambina a parenti, amici e colleghi.


Purtroppo, la sua organizzazione e l’evento in sé, spesso, sono vissuti con ansia, anche perché i neogenitori, dopo la nascita del loro bebè, attraversano un periodo di stress dovuto all’adattamento alle esigenze e ai bisogni del nascituro. Inoltre, vi è il rischio di dimenticare qualche aspetto, magari essenziale.


Per noi di Living&Shop, il battesimo deve essere un giorno speciale, fonte di gioia e serenità, fin dalla sua organizzazione, perché è legato a uno dei momenti più belli della vita: quello di essere diventati genitori. Per questo motivo, che tu sia una neomamma o un neopapà, abbiamo deciso di fornirti una mini-guida sugli elementi fondamentali e gli step da tenere in considerazione.

Vediamoli!


1. Organizza il battesimo in anticipo

Innanzitutto, ti suggeriamo di organizzare l’evento con alcuni mesi di anticipo, anche perché alcune procedure potrebbero richiedere tempo e un impegno non indifferente.

Normalmente, il battesimo avviene nei primi 2 - 3 mesi dopo la nascita, ma non esiste una regola fissa, quindi puoi posticipare l’evento al periodo che ritieni più congeniale con i tuoi impegni e le tue esigenze.

 2. Definisci un budget di spesa e lo stile del battesimo

Sono i primi due elementi da stabilire: da essi dipenderanno tutti gli altri aspetti, come la scelta delle bomboniere, della location, del menù per il pranzo o la cena, dei vestiti, degli addobbi e dei fiori.

Che il battesimo sia economico o con un budget sostanzioso, dobbiamo definire lo stile dell’evento. Lo stile dovrebbe riflettere quello della famiglia.

Oggi, oltre al battesimo in stile tradizionale, elegante e formale, magari raffinato, e con i classici colori legati al sesso del battezzato, quali il rosa per le bambine e l’azzurro/celeste per i maschietti, sono dei must stili più informali, casual potremmo dire, spesso legati a un tema.

Se sei per un battesimo alternativo, potresti valutare un tema legato al colore e indirizzarti verso il pastello, il giallo o il verde. Se ami la semplicità, il bianco potrebbe essere il colore indicato.


Per il tuo battesimo a tema potresti pensare a un battesimo stile vintage: sicuramente gli invitati si divertiranno a scegliere un vestito dal gusto retrò, magari proprio simile a quello indossato da qualche protagonista delle loro serie tv preferite.
Oppure, potresti ispirarti a un cartone animato, a delle fiabe o scegliere animaletti, quali orsetti o gattini. Cartoni animati, principi e principesse, gattini e cuccioli sono temi da tenere in considerazione, soprattutto, se tra gli invitati vi sono dei bambini: è un modo simpatico per coinvolgerli nella festa.

3. Scegli il padrino e la madrina


Sono estremamente importanti e vanno identificati con cura. Infatti, per la Chiesa accompagneranno e guideranno il percorso spirituale di tuo figlio.
Devono aver ricevuto il sacramento della Cresima. Ma, non preoccuparti, se così non fosse, è possibile che ricevano il sacramento prima del battesimo.

Parla con il tuo parroco e chiedi quali siano gli adempimenti necessari, anche perché potrebbe essere previsto un corso di preparazione al battesimo. Inoltre, per quanto riguarda la scelta del padrino e della madrina, il numero può variare. Può essere anche uno solo.


4. Crea una lista degli invitati

È utile avvisare gli invitati con qualche mese di anticipo, in quanto dovranno dare la loro adesione alla partecipazione, prepararsi all’evento, ad esempio acquistando un vestito nuovo e, eventualmente, comprare un regalo. Stila una lista perché ti servirà per preparare gli inviti da spedire.

Per gli inviti al battesimo puoi usare un programma di grafica e prepararli tu stessa/o, oppure puoi rivolgerti a siti online che si occupano di questo aspetto o chiedere al negozio a cui hai commissionato le bomboniere. Quest’ultima possibilità è, sicuramente, la più indicata se hai poco tempo, vuoi un formato professionale e la possibilità di scegliere tra più opzioni. 

È importante che gli inviti siano personalizzati e rispettino lo stile e il colore scelti per il battesimo. Devono contenere il nome del battezzato, l’orario e il luogo dell’evento, seguiti dall’invito a presenziare alla cerimonia e all’eventuale rinfresco/party. Potrebbe essere una buona prassi, come spieghiamo più avanti, indicare il menù. Ricorda, inoltre, di segnare lo shop che hai scelto per la lista dei regali per il battesimo. 


5. Scegli la data e la chiesa dove celebrare l’evento

Di norma la chiesa dell’evento è quella della parrocchia di residenza, ma è possibile anche scegliere un'altra diocesi. Per la celebrazione devi far richiesta all’ufficio parrocchiale e ti verranno indicati i giorni in cui sono previsti i battesimi. Solitamente la celebrazione del battesimo è collettiva, ma, se lo desideri, potrai chiederne una individuale.

Sono necessari alcuni documenti da allegare alla domanda di richiesta, quali il certificato di nascita del bambino e l’indicazione del padrino e della madrina con un attestato di idoneità al ruolo.
È possibile che venga richiesta la partecipazione a un corso di preparazione al battesimo.

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

6. Scegli il vestito del battezzato

Cosa far indossare al bimbo o alla bimba?

Per la tradizione il vestito del battezzato è una tunica bianca con merletti, ma, sempre di più, si prediligono capi alternativi, magari legati al tema scelto.


Se preferisci un capo elegante, per i maschietti un vestitino alla marinara potrebbe essere l’ideale, mentre per le bambine potresti pensare a un abitino colorato.

Se non hai idee o preferisci qualcosa di originale, chiedi consiglio a un negozio per l’infanzia: sapranno indicarti il vestito adatto al battesimo proponendoti, spesso, un’ampia scelta di capi da visionare.

Infine, per quanto riguarda gli accessori, ti ricordiamo che la tradizione vuole che il battezzato porti una catenina o un braccialetto d’oro.



7. Scegli la location per il festeggiamento e cura l’allestimento 

La scelta della location dipende essenzialmente da 5 fattori: l’orario e il periodo dell’anno della celebrazione, il numero di invitati, il budget e lo stile scelto. 

L’orario del battesimo è importante: se la celebrazione avviene al mattino dovrai prevedere un pranzo, un brunch o un rinfresco a buffet; se avviene al pomeriggio potrai scegliere tra un aperitivo, un’apericena o una cena completa. 

Anche il periodo dell’anno del battesimo incide: la primavera, l’estate e, spesso, anche l’autunno, permettono di organizzare il party all’aperto.

È sicuramente una soluzione gradita agli ospiti, soprattutto se hanno dei bambini, in quanto i più piccini si stancano a stare seduti al tavolo e preferiscono giocare in giardino.

Per questo motivo, anche se hai deciso di organizzare il momento di festa al chiuso (perché, per esempio, il battesimo avviene in inverno) valuta la possibilità di avere a disposizione una stanza dove i bambini possano giocare tra una portata e l’altra. 

Le soluzioni sulla location sono molteplici.

Se desideri un battesimo economico, o con un numero di invitati limitato, potresti organizzare un rinfresco originale o un pranzo a casa tua. Il battesimo fai da te è una soluzione sempre più gettonata perché permette di risparmiare (e visti i tempi, non è mai una cattiva idea!) e di dare alla festa un connotato più intimo e personalizzato. Inoltre, ti dà la possibilità di gestire i tempi del pranzo o del rinfresco con maggior libertà, rispetto, per esempio, a un ristorante.  

Potresti anche organizzare il battesimo in giardino o un picnic all’aperto: è un tipo di festeggiamento di tendenza.

Per un battesimo low cost potresti preparare pizzette, salatini e qualche antipasto. Potresti, anche, far organizzare il battesimo da un servizio di catering

Il battesimo con picnic o a casa sono soluzioni amate da chi preferisce festeggiamenti meno ingessati nelle regole classiche e più alternativi. Lasciano ampio spazio alla creatività di chi organizza. Il picnic permette di sfruttare il verde dei prati per far giocare i bambini. Per il picnic, attenzione a scegliere luoghi all’aperto che abbiano delle zone d’ombra dove sistemare coperte, tavolini e seggiole.  

Invece, se gli invitati sono molti e il budget non è limitato, scegli con cura il ristorante, valutando il menu e, anche, diversi preventivi. Potresti affittare una sala riservata: è un’opzione spesso usata per festeggiare i battesimi. Puoi scegliere tra il classico ristorante o un agriturismo. Quest’ultima soluzione è molto apprezzata per l’opportunità di assaggiare prodotti artigianali. 

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

E perché non affittare una villa con giardino e affidarti a un servizio di catering? In questo modo, gli ospiti e i loro bambini possono sgranchirsi le gambe nel giardino, tra una portata e l’altra. Anche in questo caso, attenzione alla presenza di zone d’ombra dove ripararsi dal sole e dalla calura. 

Per quanto riguarda il menù del battesimo, tieni conto di avere dei piatti particolari per i più piccini e, anche, per le eventuali esigenze dei tuoi invitati. Informati se vi sono alcuni invitati vegani, vegetariani o con delle intolleranze. Potresti indicare, nel biglietto di invito al battesimo, il menù scelto e chiedere di comunicarti se l’invitato ha delle esigenze particolari per quanto riguarda l’alimentazione. Ricorda: è un momento di festa e di accoglienza. È meglio evitare spiacevoli sorprese o che l’invitato non partecipi perché non vi è un menù di suo gradimento. 

L’allestimento della location della festa del battesimo è importante. Non dimenticarti gli addobbi per la sala: palloncini colorati, nastri e fiori di carta, portano allegria e voglia di condivisione. 

Ricordati dei fiori. Andrebbero sistemati su ogni tavolo, nella sala buffet e nel tavolo di esposizione delle bomboniere. Dai indicazioni utili al fioraio, in modo che sappia creare le composizioni più adatte al mood scelto per il battesimo.

Abbellisci i tavoli con segnaposto personalizzati e di diversi colori. Sono sempre graditi dagli ospiti e creano subito un clima di accoglienza e di partecipazione. 

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

Che il party per il battesimo sia a casa, al ristorante o in un’altra location, lo spazio dovrebbe essere suddiviso in zone

  • una per il buffet e il pranzo
  • una per il taglio della torta 
  • una per l’esposizione delle bomboniere e per la confettata o caramellata
  • una per il gioco e gli spettacoli per i bambini. 

Puoi presentare confetti di gusti e colori diversi, caramelle, dolci, biscotti, torroncini, amaretti e frutti. 

8. Scegli le bomboniere e i confetti

Sono elementi essenziali e la loro scelta va ponderata con attenzione. Infatti, la bomboniera del battesimo non è solo il ricordo dell’evento che lascerai agli invitati, ma rappresenta il tuo ringraziamento per la partecipazione e per il regalo ricevuto. 

Raffinate ed eleganti, alternative e originali, preziose o economiche, gastronomiche o solidali: esistono diversi stili, formati e colori di bomboniere

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

La regola generale stabilisce che essa rispetti lo stile del battesimo e della tua famiglia.

Tieni presente che la bomboniera per il padrino e la madrina deve essere diversa da quella degli altri invitati. Può essere la stessa bomboniera scelta per tutti gli altri, ma di dimensioni maggiori o più riccamente decorata, oppure una completamente differente che ha un significato più importante, più personalizzato.

Puoi pensare a dei regali personalizzati per ciascun invitato. Di solito, anche la bomboniera per i nonni è diversa da quella degli altri invitati. 

E per i confetti per il battesimo?  Puoi optare per gusti e colori più tradizionali oppure per gusti misti, sempre più richiesti.

Ogni sacchettino deve contenere un numero dispari di confetti. Per il battesimo del primo bebè, la tradizione stabilisce che siano 3 a simboleggiare la costituzione della nuova famiglia. 

Queste sono indicazioni di massima, ma, per una scelta oculata della bomboniera, leggi il nostro articolo Guida alla scelta della bomboniera battesimo con 16 proposte top.

Troverai esempi per tutte le tasche e indicazioni utili per aiutarti nella scelta della bomboniera adatta al battesimo che desideri. 

Sul nostro catalogo on line trovi bomboniere battesimo, confetti,  accessori e idee per rendere il battesimo una festa perfetta! Abbiamo anche molte novità per il 2021

9. Prepara una lista dei regali del battesimo

Il regalo per il battesimo non è un obbligo, ma, usualmente, tutti gli invitati portano un dono al bambino. Predisporre una lista regali, depositata presso un negozio, è un modo per ricevere regali utili e il necessario per il bambino per i mesi futuri. Inoltre, è apprezzata dagli invitati che, spesso, vogliono comprare un dono utile, ma non sanno cosa regalare. 

10. Scegli con cura la torta 

Normalmente è il ristorante stesso a proporti il dolce, ma potresti decidere di ordinare la torta per il battesimo in pasticceria oppure di prepararla tu. Le più amate sono le torte in pasta di zucchero, ricche di decorazioni e fiorellini, oppure le classiche torte alla panna, al cioccolato o di frutta.

Come organizzare un battesimo: Guida in 12 step fondamentali

11. Predisponi giochi e spettacolini per i più piccini

Un’ottima idea è assumere degli animatori che intrattengano i più piccini con giochi e spettacolini. Non solo la festa del battesimo ne gioverà, perché i bambini non rischieranno di annoiarsi, ma così potrai permettere anche ai genitori, se lo desiderano, di distrarsi intrattenendosi con gli altri invitati. 

12. Ricordati delle fotografie

Per le immagini ricordo del battesimo, se scegli di attenerti a un battesimo low cost, chiedi a qualche invitato, con l’hobby della fotografia, di immortalare l’evento. Se, invece, decidi di rivolgerti a un professionista, è meglio valutare più preventivi. Considera, anche, la possibilità di richiedere un servizio che preveda video e non solo il book fotografico. 

Conclusioni 

Siamo giunti alla fine della nostra mini-guida: speriamo di esserti utili per la pianificazione di un momento così importante per te. Abbiamo indicato tutti gli elementi essenziali da tenere presente: seguili e vedrai che ti divertirai a organizzare l’evento. 

Non farti prendere dall’ansia dell’organizzazione! Se hai dubbi o hai bisogno di consigli, chiamaci o scrivici: siamo lieti di offriti il nostro supporto affinché il battesimo del tuo piccino sia il momento di festa che desideri! 

Per scegliere o farti una idea su prodotti e prezzi, visita il nostro store online: il nostro catalogo è ricco di proposte, con prodotti di qualità. Siamo sicuri che troverai le bomboniere per il battesimo e i confetti più adatti al giorno speciale del tuo piccino!

A noi, di Living&Shopping, non resta che augurarti un Buon Battesimo, da vivere nel caldo abbraccio dell'affetto dei tuoi cari!

Articolo scritto da LivingeShop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

P.IVA 05400440821 
Copyright © 2021 Living&Shop.it
lockusermagnifiercrosschevron-downarrow-right